Procedura Emersione Lavoro Irregolare

Per garantire livelli adeguati di tutela della salute individuale e collettiva in conseguenza dalla eccezionale emergenza sanitaria connessa alla diffusione del contagio da Covid 19 e favorire l’emersione di rapporti di lavoro irregolari, il Governo Italiano, a Maggio del 2020, nel decreto legge Rilancio, poi convertito in legge, aveva previsto la possibilità che datori di lavoro potessero concludere un  contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale o dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare, con cittadini italiani o cittadini stranieri. Potevano essere beneficiari i lavoratori dei settori del  lavoro domestico, assistenza alla persona, agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse. Dopo il termine, inizialmente previsto dal 01/06/2020 al 15/07/2020, per l’invio telematico delle domande sul sito del Ministero dell’Interno, era stata concessa una proroga al 15 Agosto 2020.

Dopo l’invio della domanda è prevista la convocazione per la definizione presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione di competenza. E’ una fase importantissima! In quella occasione deve essere prodotta tutta una serie di documenti che, solo se ritenuti idonei, consentiranno l’esito positivo della procedura di Emersione con la conseguente firma del Contratto di Soggiorno ed il rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato al lavoratore.

Oltre ai documenti di identità di datore di lavoro e lavoratore, documenti comprovanti i requisiti reddituali o di non autosufficienza del datore, originale dell’F24 pagato inizialmente, prova di presenza del lavoratore sul territorio nazionale e marca da bollo indicata in domanda sono fondamentali anche altri documenti:

  • Il certificato attestante che l’abitazione sia idonea per ospitare il lavoratore;
  • La comunicazione di inizio rapporto, nel caso di datori di lavoro che abbiano dichiarato di voler concludere un contratto;
  • Secondo F24 pagato, nel caso di datore di lavoro che abbia dichiarato la sussistenza del rapporto di lavoro.

La nostra agenzia, con sede a Roma, si occupa dei servizi di predisposizione della documentazione richiesta per la convocazione presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione.

Chiami o compili il form  per fissare un appuntamento per una consulenza.

Art. 103 Decreto rilancio

Scarica pdf

Call Now ButtonChiama Ora