In-Tray Servizi Integrati Srl

L’attuale normativa relativa ai tirocini formativi e di orientamento costituisce una grande opportunità per le aziende che desiderano organizzare corsi di addestramento, formazione e stage interni a favore di partner commerciali esteri, filiali oltreconfine e in generale di tirocinanti extracomunitari residenti all’estero.

L’art. 27 quater del Testo Unico per l’Immigrazione prevede il permesso di soggiorno, denominato “Carta Blu UE”.  Possono esserne titolari i cittadini extracomunitari che intendano svolgere lavori altamente qualificati, e che possono quindi fare ingresso e soggiornare in Italia, in qualunque periodo dell’anno, al di fuori delle quote stabilite dai decreti flussi.

Visti Affari e Turismo USA

Ai fini del rilascio del Permesso di Soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo è necessario dimostrare una conoscenza certificata della lingua italiana di livello A2, attraverso un attestato, un titolo di studio conseguito in Italia o il superamento del test di conoscenza della lingua italiana del Ministero dell’Interno.

L’ingresso in Italia per motivi di lavoro può essere consentito anche al di fuori dei decreti flussi. L’art. 27 del T. U. I. stabilisce per quali casi particolari possono essere rilasciate le autorizzazioni, i visti e i permessi di soggiorno per lavoro. 

Richieste di visure e planimetrie catastali, visure camerali, estratti e certificati anagrafe, certificati casellario giudiziale e carichi pendenti, legalizzazioni presso prefettura di Roma e procura della repubblica di Roma

Il cittadino straniero regolarmente soggiornante nel territorio nazionale, in possesso di carta di soggiorno o di un permesso di soggiorno, in corso di validità, per lavoro autonomo, per motivi familiari,per lavoro subordinato, per asilo, per protezione sussidiaria, per motivi religiosi o per studio di durata non inferiore a un anno, può richiedere il rilascio del nulla osta al ricongiungimento familiare

Il Permesso di soggiorno per motivi di Studio dà la possibilità allo studente di svolgere, nell’ambito di un numero massimo di 20 ore settimanali, anche cumulabili per 52 settimane fino al limite massimo di 1.040 ore annuali, qualsiasi attività lavorativa.
Per prestazioni lavorative superiori è necessario convertire il Permesso di soggiorno per studio in Permesso di soggiorno per lavoro, subordinato o autonomo.

La fidejussione e la polizza sanitaria per visto turismo sono necessarie per il cittadino straniero non comunitario che intenda fare ingresso in italia, o nell’Area Schengen. La legge prevede la dimostrazione di disponibilità di mezzi finanziari che possano garantire il suo mantenimento durante il periodo di soggiorno previsto e la copertura di eventuali spese sanitarie o per cure mediche.

Richiesta del permesso di soggiorno per motivi familiari per coesione con cittadini extracomunitari o cittadini comunitari. E’ possibile per diversi gradi di parentela e, secondo i casi, sono previste modalità specifiche di richiesta.

Call Now ButtonChiama Ora