Servizi per Privati

l cittadino straniero titolare di un permesso di soggiorno rinnovabile deve fare richiesta di rinnovo almeno 60 giorni prima della data di scadenza.

IL PERMESSO DI SOGGIORNO È VALIDO:

  • da 6 a 9 mesi, per lavoro stagionale;
  • fino ad 1 anno, per la frequenza di corsi di studio o formazione professionale, documentati da cerfiticati di iscrizione e frequenza;
  • fino a 2 anni per lavoro autonomo, lavoro subordinato e ricongiungimento familiare.

I cittadini stranieri che intendono soggiornare in Italia per un periodo un periodo superiore a tre mesi, devono richiedere il permesso di soggiorno.

Il permesso di soggiorno è un documento che costituisce titolo per il cittadino straniero per il soggiorno in Italia per un tempo determinato. Entro 8 giorni dall’ingresso in Italia, lo straniero deve richiederlo presso la Questura di competenza per il proprio domicilio. A tutti i cittadini stranieri che fanno richiesta del permesso di soggiorno per una permanenza in Italia di periodo maggiore di 90 giorni la Questura rileva le impronte digitali.

Ai fini del rilascio del Permesso di Soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo è necessario dimostrare una conoscenza certificata della lingua italiana di livello A2, attraverso un attestato, un titolo di studio conseguito in Italia o il superamento del test di conoscenza della lingua italiana del Ministero dell’Interno.

La richiesta di prenotazione al test di conoscenza della lingua italiana va inoltrata su sito del Ministero dell’Interno solo dagli stranieri in possesso dei requisiti per richiedere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

al 08/01/2007 è entrato in vigore il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, in sostituzione della carta di soggiorno per cittadini stranieri. Questo tipo di permesso di soggiorno è a tempo indeterminato e ne può fare richiesta solo chi è già in possesso di un permesso di soggiorno da almeno 5 anni. Non avendo una scadenza non deve essere rinnovato, ma va aggiornato ogni 5 anni.

FRA CITTADINI EXTRACOMUNITARI

I cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia possono chiedere che venga rilasciato un permesso di soggiorno per “motivi familiari” per:

  • il coniuge maggiorenne, da cui non sia legalmente separato;
  • i figli minorenni;

Il cittadino straniero regolarmente soggiornante nel territorio nazionale, in possesso di carta di soggiorno o di un permesso di soggiorno, in corso di validità, per lavoro autonomo, per motivi familiari,per lavoro subordinato, per asilo, per protezione sussidiaria, per motivi religiosi o per studio di durata non inferiore a un anno, può richiedere il rilascio del nulla osta al ricongiungimento familiare

Il cittadino straniero regolarmente soggiornante nel territorio nazionale, in possesso di carta di soggiorno o di un permesso di soggiorno, in corso di validità, per lavoro autonomo, per motivi familiari,per lavoro subordinato, per asilo, per protezione sussidiaria, per motivi religiosi o per studio di durata non inferiore a un anno, può richiedere il rilascio del nulla osta al ricongiungimento familiare

Il visto per turismo consente l’ingresso, per breve durata, massimo 90 gg, in Italia al cittadino straniero che intende viaggiare per motivi turistici.

Nel caso di invito dall’Italia da parte di un cittadino italiano o cittadino straniero legalmente residente andrà preparata una dichiarazione di invito in cui il dichiarante attesti la disponibilità ad offrire ospitalità al richiedente il visto. 

Dal 18 maggio 2015 è in vigore una procedura che prevede l’invio delle domande on line sul sito del Ministero dell’Interno. La cittadinanza italiana si acquisisce automaticamente o può essere concessa a seguito di presentazione di istanza. I casi di acquisizione automatica sono:

  • quando si nasce da genitori italiani;
  • quando si nasce da genitori apolidi o ignoti o da genitori di nazionalità la cui legge non prevede di trasmettere la propria cittadinanza al figlio nato all’estero;
Call Now ButtonChiama Ora